AttualitàCronaca

UCCIDE LO ZIO PER UN PARCHEGGIO Follia nel frusinate

Alla fine è stato arrestato dai carabinieri il 48enne Alessandro Dell’Uomo, accusato di aver ucciso il vicino di casa e parente, 75enne Silvio Scaccia. Pare che l’uomo, una guardia giurata, stesse rincasando da un turno di notte quando ha trovato la strada bloccata dalle auto dei vicini di casa. Forse acredini passate dovute ad una parentela mai idilliaca – Dell’Uomo era il nipote della vittima – hanno acuito i dissapori e gli animi si sono subito scaldati. Il 48enne ieri mattina a Veroli, località Castelmassimo, in provincia di Frosinone, al culmine della lite ha fatto fuoco uccidendo Scaccia e ferendo gravemente ad una gamba suo figlio Mariano, un avvocato di 47 anni. Dopo essersi costituito tramite il suo avvocato ed essersi messo a disposizione degli inquirenti fornendo la sua versione dei fatti, per lui sono scattati immediati gli arresti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button